Franco Donatoni HOT @ Bologna Festival


bolognafestival2015manifesto

Venerdì 30 ottobre 2015, ore 20.30 Oratorio San Filippo Neri, Bologna

ANTON WEBERN Langsamer Satz (1905) per quartetto d’archi

EMMA PARMIGIANI, INESA BALTATESCU, violini

GIULIA ARNABOLDI, viola

FILIPPO DI DOMENICO, violoncello

ANTON WEBERN 6 Stücke op. 6 (1910/1928), versione per orchestra da camera

ANTON WEBERN 4 Lieder op.13 (1914/1918) per soprano e orchestra da camera

KYOKO HATTORI, soprano

J.S.BACH Fuga ricercata n. 2 (1934) dalla Musikalischen Opfer, orchestrazione di Anton Webern per orchestra da camera

374

FRANCO DONATONI Arpege (1986) per sei strumenti

FRANCO DONATONI Hot (1989) per sassofono sopranino/tenore e sei strumentisti

FABRIZIO BENEVELLI, Sax sopranino e tenore solista

ENSAMBLE_TEMPO REALE_MONICA BENVENUTI_DANILO GRASSI_SAN DOMENICO_FESTIVAL DELLE NAZIONI 2013

PIERPAOLO MAURIZZI e DANILO GRASSI, direzione

I gruppi cameristici del Conservatorio di Parma sono un laboratorio di eccellenza creato dal pianista Pierpaolo Maurizzi e dal percussionista Danilo Grassi. La qualità dell’esecuzione degli allievi dipende da criteri di studio prolungati e analitici: un modello didattico senza precedenti in Italia. Di Webern figurano, oltre all’accattivante e sensitivo tardoromanticismo del Langsamer Satz, i memorabili bagliori espressionisti dell’op.6 e il canto lunare dell’op.13; di Donatoni la proliferazione di frammenti che sfidano il vuoto di Arpège e la travolgente brillantezza jazzistica di Hot.

ENSEMBLE DA CAMERA del Conservatorio A. Boito
Jagoda Pietrusiak, flauto – ottavino
Linda Sarcuni, oboe
Rebecca Roda, corno inglese
Weronika Bacher, clarinetto – clarinetto piccolo
Massimo Ferraguti, clarinetto basso
Michele Gadioli, fagotto
Claudio Rossi, corno
Giuseppe Errico, tromba
Riccardo Gatti, trombone
Daniele Incerti, pianoforte e celesta
Andrea Coruzzi, harmonium (fisarmonica)
Eleonora Volpato, arpa
Paolo Nocentini, timpani – percussioni
Vittorio Licci, percussioni
Sergio Marturano, percussioni
Emma Parmigiani, violino
Inesa Baltatescu, violino
Giulia Chiapponi, violino
Elena Sofia De Vita, violino
Irene Maggio, violino
Giulia Arnaboldi, viola
Olga Arzilli, viola
Enrico Osti, viola
Filippo Di Domenico, violoncello
Michele Ballarini, violoncello
Gabriele Riccucci, violoncello
Pierluca Cilli, contrabbasso

GRUPPO DI MUSICA CONTEMPORANEA del Conservatorio A. Boito
Jagoda Pietrusiak, flauto
Weronika Bacher, clarinetto
Giuseppe Errico, tromba
Riccardo Gatti, trombone
Paolo Nocentini, percussione vibrafono
Daniele Incerti, pianoforte
Inessa Baltatescu, violino
Filippo Di Domenico, violoncello
Pierluca Cilli, contrabbasso

Per informazioni e biglietteria:
BOLOGNA WELCOME, Piazza Maggiore 1/E, Bologna
Tel. 051 231454 (dal martedì al sabato dalle 13 alle 19)
On line su vivaticket

Annunci

Philip Glass FACADES


Fabrizio Benevelli Sax; 
Mario Mauro, Maurizio Daffunchio, Julia Geller, Franco Tomasi, Sabrina Fontana, Gianni Covezzi Violini; 
Sara Screpis, Carmen Condur Viole; 
Micaela Milone, Donato Colaci Violoncelli; 
Claudio Saguatti Contrabbasso; 
Alessandro Nidi Pianoforte e direttore;
Letture a cura di Sabrina Fontana;
Arrangiamenti di Franco Tomasi.

Philip Glass Facades per sax soprano e archi

Dal Nuovo Mondo
Incursioni nella musica e nella letteratura americana

La musica del Nuovo Mondo intrecciata agli altri linguaggi della poesia, prosa e arte visiva americane: questo è il canovaccio dello spettacolo che vuole in sintesi offrire, in un piccolo ma significativo caleidoscopio, la straordinaria offerta culturale di un mondo che si apriva, nel XIX e XX secolo, a persone di ogni provenienza. Una vera e propria “Babele”, quell’America, in cui, a prezzo di enormi sacrifici, si è imparato anche a convivere, a conoscere e a cercare la libertà.

Dal punto di vista musicale, quello offerto …’Dal Nuovo Mondo’ è un viaggio che si origina dalla musica e cultura dei Pellerossa per proseguire con i canti degli afroamericani (blues, spirituals) e approdare a quegli autori che hanno inventato stili originali per quanto, alla lunga, derivati dalla cultura europea. L’America degli States dunque come crocevia di culture che si intrecciano, si rapportano e producono il nuovo. I brani sono alternati alle letture scelte da autori significativi per stile ed identità della cultura americana.

Piazza del Duomo Di Orvieto @ CineConcerto dell’Orchestra Italiana del Cinema


Orvieto Cathedral

ORVIETO – Nell’anno dedicato alla CCine-concerto dell’Orchestra Italiana del Cinema.ultura Italiana, anche Orvieto celebra il giorno dell’Indipendenza americana del 4 luglio.

IMG_4010

Occasione del connubio tra le culture italiana e americana, Giovedì 4 Luglio 2013 alle ore 21 in Piazza del Duomo si terrà la manifestazione dal titolo ORVIETO4EVER cine-concerto dell’Orchestra Italiana del Cinema diretta dal M°  Andrea Belardinelli.

IMG_4020

I 60 elementi dell’Orchestra proporranno un ampio repertorio delle più celebri colonne sonore cinematografiche, fra cui i brani capolavoro della storia del cinema: “La vita è bella”, “Schindler’s list”, “Il Gladiatore”, “Star Wars”. IMG_0046

A chiudere il concerto MIMS, noto pop artist di New York. Immagini digitali illumineranno la facciata del Duomo accompagnando note e accordi dell’Orchestra Italiana del Cinema, la prima e unica formazione sinfonica italiana dedicata esclusivamente all’interpretazione ed esecuzione del repertorio della musica per film, che rappresenta e promuove lo straordinario patrimonio artistico della colonna sonora italiana ed internazionale, attraverso coinvolgenti concerti multimediali e, tra le altre finalità, favorisce il recupero e restauro delle partiture dei capolavori del grande schermo grazie alla collaborazione con Enti, Associazioni, Fondazioni ed Archivi pubblici e privati.

996505_617686294923003_1128197818_n IMG_4028 IMG_4025