Franco Donatoni HOT @ Bologna Festival


bolognafestival2015manifesto

Venerdì 30 ottobre 2015, ore 20.30 Oratorio San Filippo Neri, Bologna

ANTON WEBERN Langsamer Satz (1905) per quartetto d’archi

EMMA PARMIGIANI, INESA BALTATESCU, violini

GIULIA ARNABOLDI, viola

FILIPPO DI DOMENICO, violoncello

ANTON WEBERN 6 Stücke op. 6 (1910/1928), versione per orchestra da camera

ANTON WEBERN 4 Lieder op.13 (1914/1918) per soprano e orchestra da camera

KYOKO HATTORI, soprano

J.S.BACH Fuga ricercata n. 2 (1934) dalla Musikalischen Opfer, orchestrazione di Anton Webern per orchestra da camera

374

FRANCO DONATONI Arpege (1986) per sei strumenti

FRANCO DONATONI Hot (1989) per sassofono sopranino/tenore e sei strumentisti

FABRIZIO BENEVELLI, Sax sopranino e tenore solista

ENSAMBLE_TEMPO REALE_MONICA BENVENUTI_DANILO GRASSI_SAN DOMENICO_FESTIVAL DELLE NAZIONI 2013

PIERPAOLO MAURIZZI e DANILO GRASSI, direzione

I gruppi cameristici del Conservatorio di Parma sono un laboratorio di eccellenza creato dal pianista Pierpaolo Maurizzi e dal percussionista Danilo Grassi. La qualità dell’esecuzione degli allievi dipende da criteri di studio prolungati e analitici: un modello didattico senza precedenti in Italia. Di Webern figurano, oltre all’accattivante e sensitivo tardoromanticismo del Langsamer Satz, i memorabili bagliori espressionisti dell’op.6 e il canto lunare dell’op.13; di Donatoni la proliferazione di frammenti che sfidano il vuoto di Arpège e la travolgente brillantezza jazzistica di Hot.

ENSEMBLE DA CAMERA del Conservatorio A. Boito
Jagoda Pietrusiak, flauto – ottavino
Linda Sarcuni, oboe
Rebecca Roda, corno inglese
Weronika Bacher, clarinetto – clarinetto piccolo
Massimo Ferraguti, clarinetto basso
Michele Gadioli, fagotto
Claudio Rossi, corno
Giuseppe Errico, tromba
Riccardo Gatti, trombone
Daniele Incerti, pianoforte e celesta
Andrea Coruzzi, harmonium (fisarmonica)
Eleonora Volpato, arpa
Paolo Nocentini, timpani – percussioni
Vittorio Licci, percussioni
Sergio Marturano, percussioni
Emma Parmigiani, violino
Inesa Baltatescu, violino
Giulia Chiapponi, violino
Elena Sofia De Vita, violino
Irene Maggio, violino
Giulia Arnaboldi, viola
Olga Arzilli, viola
Enrico Osti, viola
Filippo Di Domenico, violoncello
Michele Ballarini, violoncello
Gabriele Riccucci, violoncello
Pierluca Cilli, contrabbasso

GRUPPO DI MUSICA CONTEMPORANEA del Conservatorio A. Boito
Jagoda Pietrusiak, flauto
Weronika Bacher, clarinetto
Giuseppe Errico, tromba
Riccardo Gatti, trombone
Paolo Nocentini, percussione vibrafono
Daniele Incerti, pianoforte
Inessa Baltatescu, violino
Filippo Di Domenico, violoncello
Pierluca Cilli, contrabbasso

Per informazioni e biglietteria:
BOLOGNA WELCOME, Piazza Maggiore 1/E, Bologna
Tel. 051 231454 (dal martedì al sabato dalle 13 alle 19)
On line su vivaticket

Annunci

BBB (dir. F. Benevelli ) feat Walter Ricci


SABATO 8 NOVEMBRE 2014

TEATRO SECCI – Terni ore 18.30

Briccialdi Big Band

Gli archi del Briccialdi

Con la partecipazione del cantante jazz  WALTER RICCI.

Direttore prof. Fabrizio Benevelli

picture-2

George Gershwin Porgy and Bess Suite

Richard Rodgers The lady is a tramp

Jimmy Mundy Trav’lin Light

Richard Rodgers My funny Valentine

Arold Harlen Over the Rainbow

Ennio Morricone Ennio Morricone Medley

Cole Porter I’ve got you under my skin

Sacha Distel The good life

Seymor Simons All of me

Oasis Wonderwall

Soundgarden Black Hole Sun

Charles Trenette Beyond the sea

Michael Bublè Sway

BRICC BIA

VOCE Walter Ricci, Lucia Filaci, Lucia Giannini, Mona Hallab

VIOLINI Prof. Paolo Ciociola, Francesca Stefanini, Emanuele Rantica, Cristiano Urso, Gionatan Scoppetta, Antonio Margheriti, Veronica Canestrini, Camilla Fausti, Niccolò Ceccarelli, Zakaria Hammad, Veronica Bocci, Anna Chiappalupi, Elena Madaro

VIOLE Prof. Flaminia Zanelli, Chiara Mazzocchi, Rosa Calabrese

VIOLONCELLI Prof. Daniela Petracchi, Elena Bianchetti, Elisa Ciuffetti, Gabriele Boccio

SAXOFONI Alessio Micheli, Leonardo Crescimbeni, Andrea Leonardi, Francesco Dominicis, Andrea Piccione, Lorenzo Stentella

FLAUTI Chiara Dragoni, Jacopo Urso

CLARINETTI Marco Petrucci, Sofia Cocco

TROMBONI Prof. Max Costanzi, Flavio Placidi, Lorenzo Rosati, Giovanni Dominicis, Eugenio Renzetti, Matteo Paluzzi

TROMBE Prof. Andrea Di Mario, Antonio Mandosi, Filippo Finucci, Gabriele Gaiba, Lorenzo Creti, Daniele Leonardi, Filippo Calandri

PIANOFORTE Prof. Alessandro Bravo, Lorenzo Pizzuti

CHITARRA Federico Ceriola

CONTRABBASSO Matteo Fabrizi, Tiziano Marchetti

BATTERIA & PERC. Prof. Fabio d’ Isanto, Giulio Calandri, Dimitri Fabrizi, Giacomo Bacchio, Giovanni Nardo

nota

Composta da allievi dell’Istituto Musicale di Studi Superiori “G. Briccialdi” di Terni la Briccialdi Big Band è nata nell’ nno accademico 2010/11 a scopo didattico. Il gruppo, attualmente diretto dal prof. Fabrizio Benevelli, è composto da una sezione ritmica classica (pianoforte, chitarra, basso, batteria), fiati (saxofoni, trombe e tromboni) e percussioni. La Briccialdi Big Band propone un repertorio che spazia dal jazz di “In the mood” di Glenn Miller al latin di “Oye come va” di Tito Puente, dal funky degli Earth, Wind & Fire alla fusion di “On Brodway” (resa celebre dal chitarrista George Benson) e ha al suo attivo numerosi concerti in città e fuori. Dal 2013, grazie alla collaborazione con la classe di Canto dell’Istituto “G .Briccialdi”, si aggiungono alla BBB alcune voci soliste nell’interpretazione di brani swing come “It don’t mean a thing” di Duke Ellington e brani pop come “Street Life” di Randy Crawford.

I componenti dell’Orchestra partecipano a masterclass tenute da docenti di chiara fama come Marco Ferri e Mike Applebaum, che in veste di direttori e solisti hanno guidato la BBB in svariati concerti. Nell’anno accademico la BBB 2013/14 ha affrontato importanti pagine di George Gershwin, Igor Stravinsky e Leonard Bernstein, sotto la direzione di Fabio Maestri.

A febbraio 2014 la BBB ha accompagnato il celebre trombettista jazz Fabrizio Bosso in occasione del SanValentino Jazz Festival, con un concerto presso il Centro Multimediale di Terni che ha riscosso un caloroso successo. A luglio 2014 l’ incisione del primo CD del gruppo musicale, principalmente dedicato a brani per solista e big band.

BRICCIALDI

Walter Ricci classe 1989, nasce e cresce in un ambiente musicale. Suo padre Luigi, diplomato al conservatorio, lo stimola ad ascoltare ogni genere musicale, dalla classica al jazz. Sarà però il jazz a incuriosirlo e ad appassionarlo fin da giovanissimo. Ascolta e apprende i vari stili, dallo swing al bebop, fino al contemporary jazz. A otto anni inizia a cantare imitando colossi come Frank Sinatra, Tony Bennet ed Ella Fitzgerald, e a undici comincia a studiare, con l’ausilio del pianoforte, la tecnica dell’improvvisazione. In tre anni raggiunge una maturità tale da consentirgli di affiancare sul palco musicisti già noti e si allena nella migliore palestra per questo genere musicale, la jam-session. Si esibisce con il suo quartetto dall’eta di quattordici anni e nel 2006 vince il “Premio Nazionale Massimo Urbani”. Dal 2008 collabora con prestigiosi nomi del panorama italiano e internazionale, quali Stefano Di Battista, Lorenzo Tucci, Guido Pistocchi, Mario Biondi, Daniele Scannapieco. Ha partecipato all’edizione 2009-2010 di Domenica In, collaborando con artisti di fama internazionale. Nonostante la sua giovane età, Walter Ricci continua ad esibirsi con il suo quartetto e in altre formazioni, unendo all’eredità della grande tradizione dei crooners d’oltre Oceano l’influsso di generi contemporanei, che confluiscono spontaneamente in uno stile contaminato da nuove sonorità, spaziando abilmente dal jazz al pop.

walter-ricci-foto

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Prenotazioni presso Istituto “G. Briccialdi”, Via del Tribunale, Terni

ENSEMBLE DELL’ ORER, Franco Fusi direttore


aperitivo

Concerti Aperitivo
Ottava edizione
Ridotto del Teatro Regio di Parma

logo

L’Ensemble dell’Ensemble dell’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna è composto da Sandu Nagy (flauto), Donatella Toni (flauto e ottavino), Pietro Corna (oboe), Giovanni Picciati e Daniele Titti (clarinetti), Fabrizio Benevelli (sax contralto e tenore), Elio Galeazzi (fagotto), Giorgio Nevi (corno), Marco Catelli e Valerio Panzolato (trombe), Carlo Gelmini (trombone), Alessandro Carobbi (timpani), Nicolò Vaiente (percussioni), Giacomo Baldelli (chitarra), Davide Carmarino (pianoforte), Mihaela Costea (primo violino), Gianni Covezzi (secondo violino), Cathryn Murray (viola), Radu Nagy (violoncello), Antonio Bonatti (contrabbasso).
thumb_5290d77b3f309284038b4568_default_xxlarge
Il jazz, il ragtime e i ritmi afro secondo i grandi del Novecento: è il filo conduttore del prossimo Concerto Aperitivo al Ridotto del Teatro Regio di Parma, in programma domenica 9 febbraio ore 11. L’Ensemble dell’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna, diretto da Franco Fusi, eseguirà infatti il Ragtime per 11 strumenti di Igor Stravinskij, La création du monde op. 81a di Darius Milhaud e la Jazz Suite n. 1 di Dmitrij Šostakovič. Al termine, come di consueto, sarà offerto al pubblico un aperitivo. “Sono brani di tre grandi autori del Novecento – spiega Franco Fusi – rappresentanti delle alcune delle scuole compositive del vecchio continente, accomunati dalla passione e dall’interesse per i ritmi caraibici, il jazz, il foxtrot, la musica nera, e le diverse forme musicali provenienti dal Nuovo Mondo, ai quali ciascuno dà una lettura diversa. La créationdu monde di Milhaud nasce come musica per balletto, su testo di una novella africana su questo argomento. Ci sono sei movimenti che si susseguono senza soluzione di continuità, e che riportano indicazioni precise sul genere della musica a programma: dopo un’ouverture c’è il caos prima della creazione, poi il dissolvimento dell’oscurità e la creazione di flora e fauna, la creazione dell’uomo e la donna, la passione fra di loro, e il bacio con la conseguente nascita della primavera. La musica nera e caraibica era arrivata anche in Russia attraverso le orchestrine amatoriali, i concertini delle bande, la radio. La Jazz Suite di Šostakovič è composta da tre parti: un valzer dal grande respiro ma beffardo e aspro, una polka irriverente, e un foxtrot che si ricollega alle tradizioni che provenivano dal Nuovo Mondo. Questo è un brano del 1934: solo due anni dopo il compositore subirà la prima delle due denunce inflittegli dal regime di Stalin. Il pezzo di Stravinskij  è un ragtime, letteralmente ‘musica stracciata’: un ritmo considerato insieme al blues uno delle anime del jazz. È la marcia che suonavano nei bassifondi della città, nei locali a luci rosse, appannaggio dei mulatti più agiati. Questa di Stravinskij è una rilettura della tradizione afro molto acculturata – conclude Fusi – caratterizzata da un contrappunto dalla filigrana strettissima. Rispetto agli altri brani in programma, sarà forse leggermente più ostico all’ascolto per il pubblico”.

domenica 23 Febbraio 2014

ENSEMBLE DELL’ORCHESTRA REGIONALE DELL’EMILIA ROMAGNA

foto Franco Fusi

Franco Fusi direttore

Igor Stravinskij, Ragtime
Darius Milhaud, La création du monde op. 81a
Dmitrij Šostakovič, Suite per orchestra jazz n. 1

SAXOFOLLIA & STEFANIA RAVA When I Fall in Love


“Quando m’innamoro sarà per sempre…”

Fabrizio Benevelli Alto sax
Marco Ferri Tenor Sax
Giovanni Contri Tenor Sax
Alessandro Creola Baritone Sax
Stefania Rava Singer
Arranged by Roberto Sansuini
Live in Palazzo dei Pio, Carpi (MO), Italy

IL TOUR ESTIVO di SAXOFOLLIA continua anche AD AGOSTO


Continua la lunga estate del quartetto Saxofollia che, nell’anno del ventennale dalla fondazione del gruppo, si vede impegnato in una assidua attività concertistica che tocca le rassegne musicali di quasi tutta Italia, da Spoleto fino a Belluno.

Saxofollia Franceschini Guiglia

Giovedì 1 alle ore 21,00, presso il Castello di Guiglia (MO) il quartetto di Saxofoni si esibirà insieme al clarinettista Stefano Franceschini in un frizzante programma che spazia da virtuosistiche variazioni su temi d’opera per clarinetto fino a brani di musica etnica e swing.

MusicaPerUnRestauro

Lo stesso programma sarà replicato il giorno 11 Agosto a Zocca (MO) all’interno della rassegna “Musica per un restauro” organizzati dall’associazione Italia Nostra Zocca in collaborazione con l’amministrazione comunale.

427744.gif

Domenica 4 Agosto il quartetto si trasferisce a Salsominore (PR) per la rassegna “Musica in Castello” e presenterà il programma “Tra America ed Europa”, un gioco di specchi tra le musiche del vecchio e nuovo continente.

Quartetto saxofollia I

Giovedì 8 doppio appuntamento a Fanano, sull’Appennino Modenese. Alle ore 17,00 presso il circolo culturale “Bortolotti” andrà in scena “Pierino e il Lupo e altre storie in musica”: uno spettacolo per l’infanzia che rivisita la nota opera di Prokofiev riarrangiata per quattro sax e narrata dall’attore Giorgio Incerti. Alle ore 21,00 nella suggestiva cornice della Chiesa di S. Giuseppe, il quartetto di saxofoni alliterà il pubblico spaziando dalla musica classica di Vivaldi e Mendelssohn fino al jazz di Gershwin o Galliano.

312307_10151572680866693_1935556530_n

Cinque appuntamenti imperdibili all’insegna della buona musica e dell’estro targato Saxofollia Project. Il quartetto Saxofollia è composto da Fabrizio Benevelli (sax soprano), Giovanni Contri (sax contralto), Marco Ferri (sax tenore) ed Alessandro Creola (sax baritono).

NICOLA PIOVANI e l’ Orchestra Italiana del Cinema in LA BELLEZZA CI SALVERÀ


941035_561415500565159_668110219_n

Sabato 27 luglio la piazza Ganganelli di Santarcangelo di Romagna ospiterà un grandioso evento sul cinema dedicato a Federico Fellini e Tonino Guerra – La bellezza ci salverà – che vede come interprete l’Orchestra Italiana del Cinema con la partecipazione straordinaria del grande musicista e compositore Nicola Piovani.

Non solo un concerto, ma un vero e proprio spettacolo multimediale in cui la parte musicale è affidata alla prima compagine sinfonica italiana specializzata nell’interpretazione e nell’esecuzione del repertorio della musica per film, l’Orchestra Italiana del Cinema per l’appunto, le cui note si coniugheranno con evocativi affreschi multimediali (immagini, grafiche e sequenze di film) proiettati sulle facciate dei principali palazzi della piazza.

Il momento culmine della serata sarà rappresentato dall’esibizione del Maestro NICOLA PIOVANI premio Oscar per il film “La Vita è bella”, che dirigerà l’Orchestra in una parte dedicata alle sue celebri suites dei film di Roberto Benigni e di Federico Fellini.

Il Maestro Nicola Piovani vanta una preziosa collaborazione con il regista riminese Federico Fellini (di cui quest’anno ricorre il ventennale dalla scomparsa) per il quale ha realizzato le colonne sonore dei tre ultimi suoi film: Ginger e Fred, Intervista e La voce della Luna, ed è sovente protagonista alla direzione dell’Orchestra Italiana del Cinema in occasione di emozionanti concerti.

Piazza Ganganelli si trasformerà nella serata di sabato 27 luglio in un set cinematografico all’aperto che accoglierà circa 4.000 posti a sedere in un’intima configurazione teatrale con lo scopo di rendere confortevole la visione anche dalle posizioni laterali e retrostanti.

– INFOLINE 329-8490900

– TICKETONE presso le rivendite affiliate

– BPER presso tutti gli sportelli della Banca Popolare dell’Emilia Romagna
www.bper.it/wps/bper/banca/bper_istzbper_content/sitoit/homepage/top/ricerca-filiali-sportelli

– IAT Proloco di Santarcangelo di Romagna
www.iatsantarcangelo.com

– Repubblica di San Marino da Music Store, presso il centro Atlante a Dogana
www.musicstore.sm